AISLA - Sezione Trentino Alto Adige

TESTIMONIANZA DI VITTORIA, SORELLA DI LUCIA (GRUPPO AMA)

Era l’autunno del 2009, mia sorella Lucia se ne era andata da qualche mese, la SLA se l’era presa, ed io ero rimasta con un enorme vuoto dentro. Lucia per me era più di una sorella, era un’amica e a volte tenera come una madre. Nella mente e nel cuore mi erano rimasti, ed ancor oggi sono vivi,  i ricordi della sua sofferenza, psicologica soprattutto, nel vedersi sempre più immobile, nell’impossibilità inoltre di poter comunicare, di poter esprimere, se non con gli occhi o con il pianto, la sua sofferenza, i suoi desideri, i suoi sentimenti.

Nel frattempo ho avuto modo di avvicinarmi ad un gruppo di persone che stavano vivendo la mia stessa esperienza, familiari di persone che come Lucia se ne erano già andate o che stavano ancora vivendo la loro vita di sofferenza. Il gruppo era in collegamento con AISLA Nazionale: stava per  nascere anche in Trentino la sezione AISLA Trentino Alto Adige, a cui ho subito sentito il bisogno di aderire per collaborare a far sì che i malati potessero avere quell’aiuto e quel  sostegno che né mia sorella né io avevamo trovato

Qualche tempo dopo, la responsabile del gruppo , persona preparata ad ascoltare e ad interagire con il dolore altrui, ha dato avvio agli incontri di Auto Mutuo Aiuto, invitando chiunque, parente o paziente che fosse, a partecipare, mettendo a confronto la propria esperienza con quella di altri. All’inizio, ora devo essere sincera, ho fatto molta fatica a trattenere le lacrime nell’esternare il mio dolore. Mi sembrava  quasi che il farlo acuisse ancor più la mia sofferenza: pensavo che sarebbe stato più benefico per me  tacere ed ascoltare le esperienze degli altri presenti, accomunati con me nella stessa situazione.

Quando si soffre si agisce in modo egoistico, me ne rendo conto, non si pensa a quanto possa invece essere benefico non solo a sé ma anche a chi soffre come te, il mettere a confronto la propria esperienze di dolore. Quante volte mi capita oggi di vedere persone, disperate come ero io, andarsene dopo un incontro AMA, più rincuorati, meno soli, dopo aver dialogato, mettendo ciascuno a disposizione degli altri la propria esperienza, le proprie ansie, le proprie riflessioni, i propri timori : è come se avessero  trovato degli amici con cui confidarsi, dai quali ricevere non solo conforto ma anche consigli utili e affettuosi.  Se ne vanno sapendo di aver trovato un sostegno  a cui far riferimento e questo è il vero aiuto che il gruppo AMA riesce a dare. Sono trascorsi ormai alcuni anni e oggi, alla fine di ogni incontro, sono veramente consapevole di quanto l’auto mutuo aiuto, soprattutto nei momenti di dolore e di sconforto, sappia ridare fiducia, speranza e conforto a chi si sente solo e sconsolato.

Vittoria

Galleria Fotografica

October 2019
MTWTFSS
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031 

Login

Utenti Online

Abbiamo 9 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti Registrati

  • uldtpxj
  • bajdbi
  • The best girls for sex in your town http://www.lookweb.it/sexygirlsinyourcity75794?u=46n
  • yhllsc
  • qiduxo